Delpini e l’emergenza educativa

Cari amici,

vi proponiamo la lettera che Mons. Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, ha scritto a proposito dell’emergenza educativa.

Anche a seguito di drammatici fatti di cronaca che hanno recentemente coinvolto alcuni adolescenti e in sintonia con l’appello di papa Francesco, che l’8 febbraio – nel discorso al Corpo diplomatico presso la Santa Sede – ha chiesto di non rimanere inerti di fronte alla «catastrofe educativa», l’Arcivescovo con questo messaggio invita tutta la Diocesi a una speciale preghiera il 21 febbraio, prima domenica di Quaresima.

Posso chiedervi di condividere lo strazio dell’impotenza?

Vorrei dare voce allo strazio dell’impotenza.
Vorrei dare voce anche a tutti i genitori, gli educatori, gli insegnanti che percepiscono questo momento come una emergenza spirituale ed educativa e si rendono conto che non sono a portata di mano rimedi e soluzioni immediate.
Vorrei dare voce a ragazzi e ragazze che sono sconvolti dall’isolamento, dai comportamenti incomprensibili e violenti fino alla morte di coetanei ai quali sono affezionati e si sentono in colpa per non aver capito, per non aver detto, per non aver fatto abbastanza.
Vorrei che questa voce arrivasse alle istituzioni e che l’alleanza tra le istituzioni si rivelasse con maggior evidenza e incisività. Uomini e donne delle istituzioni certo condividono con me strazio e frustrazioni, insieme con impegno e passione educativa. Constatare inadeguatezza di risorse, esiti fallimentari, scelte sbagliate non può essere un motivo di paralisi, ma una provocazione a più incisiva dedicazione e una più corale concentrazione sulle priorità educative.
Abbiamo suggerito parole e tempi per pregare; abbiamo insegnato la bellezza e la dignità di ogni persona; abbiamo parlato della vita come di una vocazione a mettere a frutto i talenti di ciascuno per il bene di tutti; abbiamo seminato parole di pace; abbiamo cura degli ambienti perché siano belli, ordinati, accoglienti. Riconosciamo la nostra impotenza: molti ragazzi e ragazze invece della concordia amano l’aggressione e la violenza verso gli altri e verso se stessi; ci sono ragazzi e ragazze che si negano ai rapporti, evitano ogni responsabilità; ci sono ragazzi e ragazze che passano il tempo a sporcare la città, a rovinare il pianeta e se stessi; ci sono ragazzi e ragazze che si sentono brutti, inadatti alla vita, disperati e non sanno pregare. Brucia dover constatare la mia, la nostra impotenza.
In questo momento non ho niente da rimproverare a nessuno, non ho niente da insegnare. Verrà il momento per discorsi più ragionati, per proposte e impegno: la Chiesa c’è, ci sarà, per tutti. Ma in questo momento porto davanti al Signore questi sentimenti, con la certezza che il Signore continua ad amare ciascuno, manda il suo Spirito a seminare consolazione, coraggio, sapienza.
Per questo domenica 21 febbraio pregherò con questa intenzione dalle 20.45 nel santuario di San Pietro in Seveso.
Vorrei sentire che siamo in tanti in ogni parte della diocesi a pregare in quella sera di inizio Quaresima. Tanti: genitori, adolescenti e giovani appassionati del bene e avvertiti del male che insidia e rovina anche i loro coetanei. Tanti: preti, persone consacrate, insegnanti, educatori, tutti coloro che condividono lo strazio dell’impotenza e continuano a gridare verso Dio.
Ogni chiesa, ogni santuario, ogni convento, ogni monastero, può essere aperto, in questo stesso orario, per un tempo di preghiera. “Ascolta la voce della mia supplica, quando a te grido aiuto, quando alzo le mie mani verso il tuo santo tempio” (Salmo 28,2).

mons. Mario Delpini

Braga Card 2021! Ci siamo!

Anche quest’anno, nonostante le considerevoli difficoltà che stiamo attraversando, tanti sponsor e amici hanno confermato la loro collaborazione con l’Associazione: a tutti loro va la nostra gratitudine!

All’inizio dell’anno scolastico, grazie ai contributi ricevuti, abbiamo potuto realizzare i diari consegnati a tutti gli studenti.

Ora, come avviene ormai da alcuni anni, possiamo mettere gratuitamente a disposizione di tutte le famiglie delle nostre scuole sconti e agevolazioni presso alcuni esercizi commerciali convenzionati: li potrete ottenere attraverso la nostra Braga Card 2021

Il desiderio si riaccende in un luogo

Giovedì, 22 ottobre 2020, ore 21

Le Associazioni del mondo della scuola propongono un dialogo con Massimo Recalcati (Psiconanalista e scrittore) e Julián Carrón (Presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione)

Segui la diretta sul canale Youtube Cdo Opere Educative

Educarci per educare. Dialogo con Mons. Massimo Camisasca

Lunedì, 5 ottobre 2020 ore 21 sul canale Youtube dell’Istituto Tirinnanzi

Incontro-Dialogo con S.E. Mons. Massimo Camisasca, Vescovo di Reggio Emilia, Guastalla

Social Assobraga

Per poter comunicare meglio le nostre iniziative siamo da qualche mese anche su Facebook, Instagram e Twitter.
Seguiteci: sarà più facile essere in contatto!

Facebook

Instagram

Twitter

Consegna libri di testo

Tutte le famiglie e gli studenti delle scuole medie e del liceo, che hanno scelto di usufruire del nostro servizio di prenotazione libri, troveranno i testi, debitamente suddivisi nelle rispettive classi, i primi giorni di scuola. Buon inizio a tutti!

Servizio prenotazione libri di testo

Per il settimo anno consecutivo la nostra associazione si mette a disposizione delle famiglie della Scuola secondaria Massimiliano Kolbe, del Liceo Scientifico Tirinnanzi di Legnano e della Scuola Sant’Ambrogio di Parabiago per offrire un servizio di prenotazione, rilegatura e consegna dei libri di testo per l’Anno Scolastico 2020/2021, secondo le seguenti modalità:

Accedendo al portale My Istituto Tirinnanzi mediante le vostre credenziali, potrete trovare, nella sezione “I miei figli”, i libri di testo per gli studenti della scuola secondaria San Massimiliano Kolbe e del liceo Talisio Tirinnanzi, adottati per l’anno scolastico 2020/2021.

La procedura disponibile sul portale vi guiderà passo per passo, ed è molto semplice e intuitiva. Vi verrà richiesto di selezionare i libri di testo che vi occorrono, di scegliere se e quanto devolvere all’Associazione “Adriana Braga” dello sconto offerto, di indicare i vostri riferimenti e recapiti, e infine di stampare il riepilogo.

Attenzione: il preventivo così generato non è da intendersi come ordine e potrà essere da voi modificato o annullato tramite le funzioni attive sul portale. Il riepilogo stampato sarà considerato ordine se sottoscritto e consegnato agli incaricati, accompagnato dal saldo richiesto.

(Per la scuola Sant’Ambrogio di Parabiago la procedura avverrà compilando il modulo cartaceo consegnato dalla scuola)

Il ritiro degli ordini avverrà, rispettando per gli accessi la normativa vigente per l’emergenza sanitaria in corso, presso la sede della scuola di musica Jubilate, in via Abruzzi, 19. Presentandovi al cancelletto (di fianco all’ingresso della sede legnanese dell’Istituto), verrete fatti entrare uno alla volta. Gli incaricati della scuola di musica ritireranno gli ordini dal 29 giugno al 15 luglio negli orari specificati anche sul portale (in fase di conferma del preventivo). Per comodità li riportiamo di seguito:

Dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 18.30

Sabato dalle 9 alle 12

Non sarà possibile accettare prenotazioni online dei libri di testo dopo il 15 luglio p.v.

Al momento della conferma dell’ordine è necessario saldare l’intero importo riportato sul preventivo, con l’eventuale aggiunta del servizio di rilegatura. Il pagamento potrà avvenire solo in contanti o con assegno bancario.

La consegna dei libri avverrà a scuola, in prossimità dell’inizio del prossimo anno scolastico.

A richiesta dell’interessato l’Associazione Braga rilascerà una ricevuta della somma pagata, al netto della donazione effettuata.

Luoghi e volti di Assorun2020

Assorun 2020

Domenica 14 giugno, corri virtualmente con noi!